Risotto al salmone: la ricetta per farlo a casa!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...Loading...

Un piatto leggero ma molto appetitoso, semplice da preparare, con il quale potrete stupire i vostri ospiti!

risotto al salmone
  • Dosi Per
    4 persone
  • Tempo di Preparazione
    15 Minuti
  • Tempo di Cottura
    15 Minuti
  • Tempo Totale
    30 Minuti

Oggi impareremo insieme a preparare un piatto leggero e molto appetitoso, perfetto per risolvere un pranzo o una cena con gli amici facendo un’ottima figura: stiamo parlando del risotto al salmone fresco, una pietanza semplice e veloce, ma di sicuro effetto. Prima della ricetta, eccovi qualche consiglio utile per non sbagliare!

Risotto al salmone: scegliamo il riso giusto e tostiamolo al meglio!

Non commettete un grosso errore di superficialità utilizzando il primo riso che vi capita sotto mano in casa: il riso perfetto per qualunque tipo di risotto è il Carnaroli, e solo quello. Per quale motivo è meglio degli altri? E’ presto detto:

  • Ha una consistenza più soda ed un chicco più lungo rispetto al più comune Arborio.
  • Tiene meglio la cottura rispetto alle altre qualità.

Per un risotto perfetto, è fondamentale tostare il riso: solo in questo modo reggerà bene la coltura, e non somiglierà a semplice riso bollito.

Il procedimento è estremamente semplice:

  • Versate il riso a cascata in una casseruola ampia (in modo che possa distribuirsi ben bene).
  • Ricordate di alzare la fiamma, perché la tostatura si fa a fuoco vivo.
  • Mescolatelo in continuazione con un cucchiaio di legno, per evitare che si bruci o si attacchi.

Il riso sarà perfettamente tostato quando diventerà quasi trasparente (solitamente sono necessari dai 3 ai 5 minuti, a seconda della quantità).

Salmone: scegliamolo freschissimo!

Oltre al riso, il segreto per un ottimo risotto al salmone è ovviamente quest’ultimo, che dovrete acquistare fresco dal vostro pescivendolo di fiducia.

Riconoscere un buon salmone non è difficile:

  • Le carni devono essere di un color rosa brillante.
  • Le squame devono essere lucide e ben attaccate al corpo.
  • La carne deve risultare ben attaccata alla lisca.

Quando lo acquistate, ricordatevi che la parte migliore è quella centrale e che, una volta a casa, potrete conservalo in frigo per 1-2 giorni, ma non di più, per evitare che cominci ad alterarsi.

Prima di tagliarlo in pezzi per cuocerlo, ricordatevi di sciacquare il salmone sotto l’acqua corrente, asciugarlo bene con della carta assorbente e procedere alla rimozione della pelle con un coltellino affilato e delle lische (a mano o con delle pinzette); una volta che sarà perfettamente pulito e spinato potrete tagliarlo delicatamente in piccoli pezzi e rosolarlo.

A questo punto che i trucchi li conoscete tutti, vi invitiamo a mettervi all’opera, ma non prima di avervi augurato buon appetito!

Ingredienti

  • 350 gr di riso Carnaroli
  • 250 gr di tranci di salmone
  • 1 porro
  • 1 spicchio di aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • qb brodo vegetale
  • qb burro vegetale
  • qb sale
  • qb olio evo

Istruzioni

  1. Pulire e tagliare il salmone in piccoli pezzi.
  2. Scaldare in padella un cucchiaio di olio evo ed uno spicchio d’aglio.
  3. Lasciarvi rosolare i bocconcini di salmone per 2/3 minuti.
  4. Salare il salmone e togliere l’aglio.
  5. Tagliare il porro finemente e farlo appassire a fuoco basso in una casseruola con 2 cucchiai d’olio.
  6. Versare il riso e tostarlo per qualche minuto a fiamma vivace, girandolo di continuo con un cucchiaio di legno.
  7. Sfumare con il vino bianco.
  8. Aggiungere il brodo un po’ alla volta, man mano che si consuma.
  9. Unire a metà cottura i bocconcini di salmone.
  10. Una volta cotto, togliere dal fuoco, aggiustare di sale e mantecare con del burro vegetale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *